Sport

Lentini | La FC Leonzio attende l’Acicatena al “Nobile” nell’ultima sfida dell’anno

Un match importante, una sfida da vincere. Concetti chiari e semplici per descrivere la vigilia dell’ultima sfida del 2021 in casa FC Leonzio. I bianconeri sono attesi ad una prova d’orgoglio, perché ritroveranno le “mura amiche” del “Nobile” dopo un intero girone e perché serve un successo che possa premiare il grande lavoro svolto da mister Marco Coppa e dai suoi uomini, per dare una svolta ad un momento della stagione certamente non fortunato. Al cospetto di Siclari e compagni arriverà un Acicatena a caccia di un successo che manca da inizio novembre. Una flessione di risultati che, però, non trae in inganno nessuno, in casa leontina, come spiega Lorenzo Godino“Andiamo a sfidare una squadra tosta, che conosce bene la categoria. Dovremo approcciare bene la partita. Sappiamo di dover vincere ad ogni costo, abbiamo lavorato bene, in settimana, per questo. Un successo ci darebbe morale e ci farebbe lavorare con maggiore serenità, aiutandoci a trovare una mentalità diversa. Il ritorno al “Nobile”? Fondamentale, non solo per noi giocatori, ma anche per dare un segnale alla città, a chi spesso si è trovato a guardarci lontani da casa. Avere una squadra che gioca in città è importante, per tutti”. Le parole del difensore bianconero trovano eco in quelle del tecnico, Marco Coppa:“ Finalmente torniamo a casa. Sarebbe superfluo, adesso, recriminare su quanto è stato. Pensiamo solo ad essere felici di questo ritorno al “Nobile”, sperando che i risultati ci accompagnino. Ai ragazzi chiedo di continuare a lavorare come stanno facendo. In più, però, dobbiamo eliminare disattenzioni ed errori individuali, che spesso hanno compromesso i risultati. Dobbiamo essere più cinici sotto porta, perché creiamo tantissimo ed è frustrante sprecare tutto. Non siamo un gruppo ancora maturo, le squadre importanti hanno un’occasione e la capitalizzano. Noi dobbiamo imparare. L’Acicatena? É l’avversario che meglio conosce la categoria. I biancorossi se la giocano con tutti, dentro e fuori casa, fino all’ultimo minuto. Hanno l’esperienza giusta. Sarà una partita impegnativa”.

Diciannove i convocati per la sfida contro gli etnei, assenti gli infortunati Aleo, Squillaci e Siracusa:

PORTIERI: Biondi, Maugeri

DIFENSORI: Godino, Hakiki, Llama, Ruffino, D’Arrigo, Scaletta

CENTROCAMPISTI: Cannone, Lorefice, Reale, Ricceri

ATTACCANTI: Siclari, Marino, Sowe, Castelli, D’Emanuele

Arbitro: Alberto Natale Amore, sezione di Ragusa

Primo assistente: Giuseppe Saracino, sezione di Ragusa

Secondo assistente: Saverio Francesco Di Martino, sezione di Ragusa

Calcio d’inizio: ore 14:30

In alto
Skip to content