Politica

Francofonte | Trasformazione digitale, la città punta a diventare “smart”

Il Comune di Francofonte punta sempre più in alto. Dopo l’efficientamento della pubblica illuminazione, dei pozzi e delle caldaie delle scuole, con i tre decreti che mirano alla trasformazione digitale, sono stati ammessi al finanziamento 142.784,00 euro, che verranno destinati a tre progetti.

Nello specifico si tratta di:
• Abilitazione al cloud per le PA locali (115,064,00 euro);
• Adozione appIO (13,720,00 euro);
• Estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale – SPID CIE (14.000,00 euro).

A partire dalla pubblica illuminazione si è avviato un lungo processo che ha visto il Comune di Francofonte impegnato non solo a migliorare i servizi anche in termini di risparmio, ma servendo anche nuove strade e contrade prive di illuminazione.

Con la recente firma del protocollo tra il Comune di Francofonte e la società Green Wave si è lavorato anche sull’efficientamento dei pozzi che permetterà di fornire un assoluto vantaggio all’agricoltura francofontese sfruttando le energie rinnovabili.

Inoltre, l’impegno costante si è ampliato anche alle scuole, con la sostituzione graduale delle caldaie presenti nei tre plessi facendo così fronte ai problemi legati al riscaldamento; ifatti, una prima caldaia a metano, completamente nuova, è stata già installata nel “Plesso Enrico Fermi”.

Con i tre decreti di approvazione al finanziamento del Dipartimento per la trasformazione digitale, il Comune di Francofonte si può definire pioniere e modello da seguire per gli altri enti locali, ponendo tutti i presupposti per una serie di servizi più efficienti e veloci a sostegno del cittadino.

“Siamo orgogliosi di questi ulteriori finanziamenti che permetteranno di rendere la nostra città sempre più smart e al passo con i tempi”, fanno sapere dall’Amministrazione.

In alto
Skip to content