Sport

Francofonte | Damiano Tramontana vince il titolo di campione mondiale Wako 2021

Un titolo che racconta l’impegno infinito di un campione. Damiano Tramontana si è aggiudicato il mondiale Wako 2021 nella categoria 63,5 kg full contact kick boxing. L’atleta, che ha iniziato a praticare sport fin da bambino, è cresciuto a suon di kick boxing e libri. Nella sua lunghissima carriera non si contano i titoli vinti. Seppur giovanissimo, Tramontana si è confrontato con i migliori atleti di tutto il mondo nel corso degli anni, portando a casa numerose vittorie. Nonostante qualche infortunio, Damiano non si è mai arreso. Anzi, è tornato ancora più forte e più agguerrito di prima. La vittoria mondiale di Jesolo è diventata motivo di orgoglio per Francofonte e i francofontesi, che hanno gioito sui social insieme all’atleta. Dai genitori agli amici, per poi passare da Fabiano Malgioglio, capitano del Città di Francofonte: tantissimi messaggi carichi di orgoglio a sostegno del neo campione mondiale. L’assessore allo sport De Petro ha detto: “La conquista del titolo di campione del mondo fa di Damiano Tramontana un’icona per Francofonte. Mi sento di dire che sono orgoglioso di avere un ragazzo determinato come il nostro campione. E voglio aggiungere che nella storia del full contact sono state vinte solo sei medaglie mondiali, di cui tre in Sicilia e una appunto a Francofonte. Damiano è un esempio per tutti gli sportivi: lo conosco personalmente ed è un ragazzo molto educato, umile e gentile e sono molto contento di essere suo amico“. Il sindaco Lentini sulla pagina ufficiale del Comune ha scritto: “Come sindaco e come Amministrazione porgiamo le più vive congratulazioni al campione del mondo Damiano Tramontana, medaglia d’oro ai Campionati mondiali WAKO 2021 – FULL CONTACT -63,5KG svoltasi oggi a Jesolo. Orgoglio francofontese, ragazzo da ammirare ed esempio da seguire, Damiano è un vero campione a cui vanno gli auguri, a nome di tutta la cittadinanza, per il raggiungimento di sempre più importanti traguardi. Forza Damiano.”

In alto
Skip to content